Anni di declino avevano portato nel 2012 la Prelios ad una soglia molto critica e quando a maggio 2013 l'Assemblea degli Azionisti nomina Massimo Caputi Vice Presidente Esecutivo, era chiaro che il Progetto sarebbe stato difficile ed ambizioso: far nascere la "nuova" Prelios, una piattaforma integrata di servizi distaccata dai vecchi investimenti immobiliari. Dopo poco più di 2 anni, Prelios oggi è completamente riposizionata, si è guadagnata la fiducia di Partner, Clienti e Investitori nazionali e internazionali, ed ha maturato una ampia e solida pipeline di opportunità di business. È stata una sfida complessa, ma anche densa di soddisfazioni per Massimo Caputi, in particolare se si osserva che quando è iniziata questa avventura, la Società non aveva alcun progetto in corso, mentre la quantità di offerte vincolanti presentate per acquisto di Asset testimoniano la fiducia di Partner/Investitori verso la nuova Prelios e il suo Management.

La funzione di sviluppo denominata Business Development, guidata da Massimo Caputi, ha promosso un’azione a supporto dello sviluppo del Gruppo Prelios, testimoniata dal coinvolgimento in alcune fra le più importanti operazioni come: l’acquisizione di UCCMB (Unicredit Credit Management Bank) e relativo portafoglio gestito di crediti bancari in sofferenza (NPL - Non Performing Loan), conclusa da Fortress con Prelios in qualità di partner industriale; o l’ingresso nel capitale di Officinae Verdi, Energy Efficiency Group fondata da Unicredit in joint-venture con WWF, oppure, ancora, la partecipazione alla gara per la riqualificazione dei padiglioni 1 e 2 dell’ex Fiera al Portello con l’avveniristico progetto Magnete Milano, un polo multi-funzionale di servizi con un'ottica innovativa di sostenibilità sociale e ambientale. Tra i diversi progetti innovativi, un capitolo a parte lo merita la costituzione, attraverso la Prelios SGR guidata dall’AD Paolo Scordino, del Fondo PAI (Parchi Agroalimentari Italiani).

Il Fondo PAI è il primo fondo dedicato all’investimento in aree e immobili destinati a progetti di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche italiane; in particolare il progetto FICO-Eataly World (dove FICO sta per Fabbrica Italiana Contadina) interessa aziende agricole e vitivinicole, centri di produzione e trasformazione di prodotti alimentari, centri di ricerca, attività commerciali e pubblici servizi. Il parco sorgerà, a Bologna, su un’area di circa 80mila metri quadrati dedicati alla divulgazione e la conoscenza dell’enogastronomia italiana attraverso la ricostruzione delle sue principali filiere produttive.

Prelios oggi è una società leader in Italia, e in Europa, specializzata nei servizi immobiliari integrati. Grazie al coordinamento delle sei società operative Prelios offre una gamma di servizi capaci di coprire l’intero ciclo di vita dell’immobile: dalla gestione patrimoniale all’intermediazione, alla gestione dei crediti in sofferenza alle valutazioni. La società è quotata presso la Borsa Italiana di Milano dal 2002.

 

 

Massimo Caputi, Vice Presidente di Prelios, presenta il progetto Magnete Milano al MIPIM 2015. Il progetto per la riqualificazione del quartiere Portello nella zona ex Fiera di Milano.

www.prelios.com